Diamo voce a chi non ha voce 2015

 
Eventi e conferenze
 

SEZIONE SPECIALE 2015 “DARE VOCE A CHI NON HA VOCE” - CONCORSO CORTOMETRAGGIO

“La bellezza del creato: diamo voce al nostro pianeta che muore!”

Nel 2015, la Categoria Speciale avrà il titolo “La bellezza del creato: diamo voce al nostro pianeta che muore!”
L’obiettivo è mettere in risalto la bellezza del creato, con la sua battaglia per la sopravvivenza, e il compito importante e prezioso che è stato affidato all’umanità: prendersi cura della natura e sostenerla. Noi siamo parte di questo pianeta e le nostre azioni hanno una ripercussione sull’ambiente che ci circonda. La bellezza del creato testimonia la grandezza di Dio. Quando una pianta non riceve luce, acqua o ossigeno, appassisce e muore; se la nutriamo con il veleno, cresce deforme. Lo stesso vale per il nostro corpo, la nostra anima e il nostro spirito.

Siamo buoni amministratori del pianeta che Dio ci ha donato?
Come lo stiamo nutrendo? Come lo stiamo curando? Quali potrebbero essere le conseguenze per noi e soprattutto per le future generazioni se scegliessimo di ignorare questa responsabilità o, al contrario, di accettarla?
I terremoti, gli tsunami e gli altri disastri naturali potrebbero essere la “voce” del pianeta che urla per attirare la nostra attenzione, chiedendoci aiuto?
La natura svilupperà una strategia per sopravvivere senza di noi?
La bellezza del creato è stupefacente: il miracolo delle innumerevoli specie di animali, di piante, di rocce, ecc. è sbalorditivo. La creatività di Dio è straordinaria ma quanto può durare? Abbiamo occhi per vedere e orecchie per udire?
La nostra domanda in questa edizione è: «Se la natura potesse parlare, cosa ci direbbe?».

Il concorso sarà suddiviso in due sottocategorie:
  1. cortometraggi di 3 minuti massimo, SENZA DIALOGO UDIBILE che narrano la maestosità e la bellezza del creato e il miracolo della sua sopravvivenza;       
  2. cortometraggi di 3 minuti massimo, SENZA DIALOGO UDIBILE che denunciano la sofferenza e il danneggiamento del creato causati dal “cibo” con il quale nutriamo il pianeta.
Nei cortometraggi NON si potranno inserire parti dialogate, parlate o narrate, mentre è consentito l’utilizzo di musica ed effetti sonori.

Siamo tutti toccati quando vediamo fotografie di bambini denutriti con le pance gonfie che muoiono di fame nei Paesi del terzo mondo. Ci costerniamo osservando i corpi di uomini e donne feriti e devastati da ogni tipo di violenza.
Siamo attenti a non mangiare cibi velenosi, a non bere acqua inquinata, a non esporre i nostri corpi ad agenti pericolosi… ma consideriamo mai l’effetto delle tossine che stiamo riversando nei terreni e nelle acque di questo pianeta?
Se pensiamo all’ambiente, quanto siamo consapevoli delle conseguenze che le nostre azioni individuali e globali  determinano sul pianeta? Ci preoccupiamo di lasciare un’eredità ai nostri figli: soldi, casa, titolo di studio, ma siamo ugualmente preoccupati dell’eredità ambientale che trasmetteremo a loro?
Ci soffermiamo ad ammirare un tramonto, un cielo azzurro, una cascata maestosa, un fiore bellissimo o una farfalla delicata. Nel Libro della Genesi leggiamo che Dio creò il cielo, la terra e tutto ciò che contengono. E alla fine di ogni giorno vide che ciò che aveva creato era “buono”. È ancora così?

Riflettiamo mai che, in base alla scelte che facciamo oggi, le generazioni future potrebbero non avere la nostra stessa opportunità di meravigliarsi della bellezza del creato? 

Nella giornata dedicata a questo tema, il 6 giugno, prima della premiazione finale del Festival e del Concorso Speciale sarà proiettata una selezione delle opere che partecipano al concorso e si potranno seguire varie tavole rotonde o partecipare a momenti di riflessione e di condivisione.
.

Spot Siff 2015

 


 
Sei qui: Home CONCORSO SPECIALE Diamo voce... 2015