Diamo voce a chi non ha voce 2013

 
Eventi e conferenze
 

SEZIONE SPECIALE 2013 “DARE VOCE A CHI NON HA VOCE” - CONCORSO CORTOMETRAGGIO


“Diversamente abile o abile diversamente? Rompere il silenzio del pregiudizio!”
Nel 2013, la Categoria Speciale avrà il titolo “Diversamente abile o abile diversamente? Rompere il silenzio del pregiudizio”..
L’obiettivo è di portare alla luce i volti nascosti e le problematiche inerenti il mondo dei diversamente abili e raccontare le meravigliose storie di integrazione che speriamo conducano ciascuno di noi ad una domanda un po’ provocatoria: “e se il diverso fossi io?”.

Il concorso sarà suddiviso in due sottocategorie:
  1. cortometraggi di 3 minuti massimo, con la possibilità di dialogo udibile, nel quale si narrano le vittorie e le sfide superate, sottolineando le varie abilità agite in modo diverso;
  2. cortometraggi di 3 minuti massimo, SENZA DIALOGO UDIBILE, nei quali si denunciano le ingiustizie, i pregiudizi e la violenza attuata contro chi è diversamente abile.
Noi crediamo che dall’ignoranza nasca la paura e dalla paura il pregiudizio.
Spalancando la porta sull’altro, e mettendoci noi nella posizione non più di “diversi da” ma di “simili a“ la speranza è di piantare un piccolo seme che possa sbocciare in uno dei molteplici frutti dell’accettazione e integrazione.
Nella giornata dedicata al tema, il 16 marzo, prima della premiazione finale del Festival e del Concorso Speciale, vi saranno diverse tavole rotonde, performance di vario genere e momenti di riflessione e condivisione.

Ci è parso significativa l’espressione inglese di “physically and mentally challenged”: fisicamente e/o mentalmente sfidati. L’idea della sfida ha risuonato come una chiave di accesso ad un mondo per molti sconosciuto. Tutti noi affrontiamo delle sfide emotive, fisiche e/o mentali: varia però la grandezza delle sfide. Forse, unendo le forze per affrontare le sfide insieme, possiamo fare un pezzo di cammino verso quell’alterità che sembra, a volte, così lontana.

Parleremo anche della violenza subita da chi è diversamente abile, spesso nascosta nell’omertà e nel silenzio di chi non riesce a parlare.
Daremo voce anche alle famiglie instancabili, e agli operatori straordinari che corrono insieme una gara che spesso si presenta in salita e solitaria, cercando di capire insieme come meglio sostenere la rete già esistente e quali lacune devono ancora essere colmate.
.

Diamo voce a chi non ha voce 2013

 
Concorso cortometraggio
Diversamente abile
o abile diversamente?
Rompere il silenzio
del pregiudizio!
 

Il Festival si propone come spazio dove, chi “non ha voce”, ha la possibilità di far conoscere il suo dramma, sensibilizzando in questo modo l’opinione pubblica. L’obiettivo, nel desiderio del rispetto e della dignità per tutti, è quello di aiutare ad intraprendere un cammino per uscire da quelle prigioni psicologiche e spirituali (dentro e fuori di sé) entro le quali le “vittime” di abusi si muovono.

Leggi tutto...

Eventi e conferenze
 
Sei qui: Home CONCORSO SPECIALE Diamo voce... 2013